Confraternite, a Malaga il II Forum Paneuropeo

Rappresentanti da 8 Paesi. L’apertura affidata al presidente del Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione mons. Fisichella

Confraternite, a Malaga il II Forum Paneuropeo
Una delle processioni della Settimana Santa a Malaga Autore: Armando Moreno Mejias Copyright: Onerom
Reading Time: 2 minutes

Si svolgerà a Malaga, il 23 e 24 settembre prossimi, il II Forum Paneuropeo delle Confraternite. Un evento inserito nella cornice delle celebrazioni per il Centenario della “Agrupación de Cofradías de Semana Santa de Málaga”, la più antica confederazione diocesana di Confraternite della Spagna (23-26 settembre). Su richiesta del vescovo di Malaga, mons. Jesus Català, il Papa ha concesso un giubileo straordinario ai confratelli che visiteranno la cattedrale, fino al prossimo 31 ottobre.

Rappresentanti di 8 Paesi

Due giorni di approfondimento e dibattito sulla realtà delle Confraternite europee con i rappresentanti di otto paesi di antica tradizione cattolica: Spagna, Italia, Francia, Svizzera, Portogallo, Polonia, Malta, Austria. Ad inaugurare i lavori sarà mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione (PCPNE). L’arcivescovo terrà con una conferenza dal titolo: “El reto de las Cofradías y Hermandades (Confraternidades) en el panorama actual de Europa” (“La sfida delle Confraternite nel panorama attuale dell’Europa”).

Due progetti

Il Forum si concentrerà su due principali progetti. Il primo è la costruzione di una entità giuridica che rappresenti l’unione delle Confraternite europee. Il secondo è l’inaugurazione di una Commissione Teologica, incardinata alla Facoltà di Teologia dell’Università di Lugano. Dovrà studiare nel prossimo quinquennio gli aspetti teologici relativi alle Confraternite. I risultati finali saranno pubblicati in occasione del Giubileo 2025 a Roma. Altri progetti nascenti sono il “Museo Virtuale” del patrimonio artistico delle Confraternite e il loro riconoscimento come “Bene Immateriale dell’Umanità” da parte dell’UNESCO.


Oltre 6 milioni di aderenti in Europa

Il Forum nasce allo scopo di dare unità alla presenza delle Confraternite nei paesi europei, riaffermandone il ruolo e il valore nell’ottica della nuova evangelizzazione. Attualmente in Europa sono più di 6 milioni le persone aderenti alle oltre 22mila confraternite, che rappresentano la più antica e numerosa forma di aggregazione laicale nel mondo e le “radici cristiane” del nostro continente. Nei 13 secoli della loro esistenza sono state un anello fondamentale nella trasmissione della fede tra le generazioni. Inoltre, hanno promosso opere sociali quali scuole, ospedali, orfanatrofi, cimiteri, oltre che finanziare la costruzione di chiese e santuari, e la creazione di arte e musica sacra.

Il I Forum Paneuropeo si svolse nel febbraio 2020 a Lugano. In quella occasione fu approvata la Charta, il documento che stabilisce l’identità, i valori fondanti e gli obiettivi delle Confraternite. Il Forum ha anche il patrocinio del Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) guidato dal card. Angelo Bagnasco.

No posts to display