Papa: “Invitiamo il Signore a venire dentro di noi”

Buon Natale
Il presepe nell'aula Paolo VI © Vatican Media

Dopo la recita dell’Angelus di questa domenica, 2 gennaio 2022, il Papa ha salutato i fedeli e i pellegrini radunati in Piazza San Pietro, esortandoli ad invitare “il Signore a venire dentro di noi, venire alla nostra realtà, per brutta che sia, come una stalla”.

Queste le parole del Papa dopo la preghiera mariana:

Cari fratelli e sorelle,

rivolgo di cuore il mio saluto a tutti voi, fedeli di Roma e pellegrini venuti dall’Italia e da altri Paesi: vedo bandiere polacche, brasiliane, uruguayane, argentine, paraguayane, colombiane, venezuelane: benvenuti tutti! Saluto le famiglie, le associazioni, i gruppi parrocchiali, in particolare quelli di Postioma e Porcellengo, in diocesi di Treviso, come pure gli adolescenti della Federazione Regnum Christi e i ragazzi dell’Immacolata.

In questa prima domenica dell’anno rinnovo a tutti gli auguri di pace e di bene nel Signore. Nei momenti lieti e in quelli tristi, affidiamoci a Lui, che è la nostra forza e la nostra speranza. E non dimenticate: invitiamo il Signore a venire dentro di noi, venire alla nostra realtà, per brutta che sia, come una stalla: “Signore, io non vorrei che tu entrassi, ma guardala, stai vicino”. Facciamo questo.

Vi auguro una buona domenica e buon pranzo. E non dimenticatevi di pregare per me. Arrivederci!