Giornata dei poveri: il Pontefice andrà ad Assisi

Il S. Padre si recherà in visita privata nella città di S. Francesco, per la quinta volta, il 12 novembre

Assisi
Il Papa alla Porziuncola nel 2016 (C) Vatican Media

Papa Francesco si recherà per la quinta volta ad Assisi per preparare la Giornata mondiale dei poveri. Giunta quest’anno alla sua quinta edizione, sarà celebrata domenica 14 novembre. Il tema di quest’anno è ispirato a un versetto del Vangelo di Marco: “I poveri li avete sempre con voi”.

Il S. Padre istituì la Giornata dei poveri al termine del Giubileo straordinario della Misericordia con la lettera apostolica “Misericordia et Misera”. Lo scopo è quello di sensibilizzare all’ascolto del grido dei poveri e dei sofferenti. Un appuntamento che investe tutta la Chiesa e come sempre il Papa intende dare l’esempio in maniera concreta. Si recherà pertanto in forma privata ad Assisi venerdì 12 novembre, nella Basilica di Santa Maria degli Angeli. Il Pontefice incontrerà in forma privata un gruppo di 500 poveri provenienti da diverse parti dell’Europa e trascorrerà con loro un momento di ascolto e preghiera.

Appuntamento mondiale

Lo scorso anno, presentando la quarta edizione della Giornata dei poveri, il presidente del Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione, mons. Rino Fisichella, sottolineò che “anche se limitata nelle iniziative, permane come un appuntamento a cui le diocesi nel mondo guardano per mantenere vivo il senso di attenzione e di fraternità nei confronti delle persone più emarginate e disagiate”. Iniziative limitate ma che consentirono comunque la distribuzione di migliaia di pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà, accentuate dalla pandemia.

I precedenti del Pontefice ad Assisi

L’ultima visita di Papa Francesco ad Assisi risale allo scorso anno. Il 3 ottobre il Pontefice, sempre in forma privata a causa della pandemia, si recò sulla tomba di San Francesco per pregare e firmare l’enciclica Fratelli Tutti, pubblicata il giorno successivo.

La prima volta il Pontefice si recò in visita nella città di S. Francesco poco dopo la sua elezione, il 4 ottobre 2013, festa del Patrono d’Italia. È tornato alle pendici del Subasio in altre due occasioni, entrambe nel 2016 a poche settimane di distanza. La prima il 4 agosto per l’ottavo centenario del Perdono di Assisi, alla Porziuncola. La seconda il 20 settembre per l’incontro interreligioso legato alla Giornata mondiale di preghiera per la pace.