Turkson lascia la guida del Dicastero per lo sviluppo integrale

Dal 1° gennaio l’interim sarà assunto dal cardinale Czerny, sottosegretario della sezione per i migranti e i rifugiati

turkson
Il saluto del cardinale Turkson al Papa al termine dell'udienza per gli auguri di Natale

Il cardinale Czerny subentra ad interim al cardinale Turkson alla guida del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. La notizia era circolata nei giorni scorsi e la conferma ufficiale è arrivata con un comunicato della Sala Stampa della S. Sede.

Il comunicato

“Nell’agosto 2016 – spiega la nota – Papa Francesco annunciò la creazione del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale risultato della fusione di quattro Pontifici Consigli pre-esistenti. Il nuovo dicastero iniziò ad operare nel gennaio 2017. Alla scadenza dei primi cinque anni di attività con statuti ad experimentum e in seguito ai risultati della visita di valutazione realizzata l’estate scorsa, i superiori del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano integrale hanno rimesso il loro mandato nelle mani del Sommo Pontefice.

Mentre ringrazia sentitamente il Card. Peter K. Appiah Turkson e i suoi collaboratori per il servizio svolto e in attesa della nomina del nuovo direttivo, il Santo Padre ha affidato ad interim la gestione ordinaria del medesimo Dicastero a partire dal 1 gennaio 2022 al Card. Michael Czerny SJ come Prefetto e a Suor Alessandra Smerilli FMA come Segretario”.

Lo stesso porporato ghanese, in occasione della presentazione del Messaggio del S. Padre per la Giornata mondiale della Pace, martedì scorso, aveva affermato che sarebbe stato il Papa a decidere del suo mandato. Al termine dell’udienza alla Curia romana di oggi, per gli auguri di Natale, il S. Padre si era fermato a parlare qualche istante con Turkson, come con gli altri cardinali, con grande cordialità.

Il cardinale Czerny

Il cardinale Czerny, gesuita canadese di origine ceca, 75 anni, dal 2016 è sottosegretario della Sezione migranti e rifugiati del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, incarico che svolge insieme allo scalabriniano padre Fabio Baggio. Papa Francesco lo ha creato cardinale il 5 ottobre 2019, mentre il giorno prima era stato consacrato vescovo.