Portare la verità del Vangelo all’uomo contemporaneo e al mondo

Messaggio del S. Padre per i 625 anni della Pontificia Università Giovanni Paolo II di Cracovia

Vangelo
San Giovanni Paolo II (C) Vatican Media

Portare efficacemente la verità del Vangelo all’uomo contemporaneo e al mondo. È l’esortazione che Papa Francesco ha rivolto all’arcivescovo di Cracovia, mons. Marek Jędraszewski, Gran Cancelliere della Pontificia Università Giovanni Paolo II, in occasione del 625° anniversario dell’ateneo. Di seguito la traduzione del messaggio diffusa dalla Sala Stampa della S. Sede:

Una storia lunga sei secoli

L’11 gennaio 1397, su richiesta della Regina Santa Edwige e di suo marito Ladislao, Papa Bonifacio IX, con la Bolla “Eximiae devotionis affectus”, eresse la Facoltà di Teologia dell’allora Accademia di Cracovia, poi Università Jagellonica. La sua continuazione è l’attuale Facoltà di Teologia della Pontificia Università Giovanni Paolo II. Sono dunque passati 625 anni da questo evento epocale, che segna l’inizio della storia del vostro relativamente giovane Ateneo.

Insieme a voi ringrazio Dio per questa tradizione di più di sei secoli, con tutte le sue conquiste scientifiche e didattiche, così come la propria spiritualità creata dai suoi santi fondatori, professori e studenti. La storia su cui state costruendo il presente è notevole e importante, ma allo stesso tempo impegnativa. I tempi odierni richiedono a tutti noi di non dimenticare la tradizione, ma allo stesso tempo di guardare con speranza al futuro e di creare il futuro.

Far conoscere la verità del Vangelo

Il motto della vostra Università è la chiamata “Andate e fate discepoli”, e il documento sulla sua missione afferma che l’attività consiste nella riflessione scientifica sul contenuto della Rivelazione, utilizzando metodi di ricerca classici e contemporanei. San Giovanni Paolo II ha sottolineato la necessità di un tale “ministero del pensiero”, attraverso il quale gli ambienti universitari si uniscono alla missione della Chiesa di diffondere il messaggio di Cristo nel mondo.

Perciò, fedeli a secoli di tradizione, leggete i segni dei tempi, raccogliete con coraggio nuove sfide per portare efficacemente la verità del Vangelo all’uomo contemporaneo e al mondo. Che la vostra Università sia un luogo di formazione di nuove generazioni di cristiani, non solo attraverso lo studio scientifico e la ricerca della verità, ma anche attraverso la testimonianza sociale di vivere la fede. Che sia una comunità in cui l’acquisizione della conoscenza si combini con la promozione del rispetto di ogni uomo, per l’amor di Dio che lo ha creato, e con la cura della formazione dei cuori, aprendoli a ciò che è più importante, ciò che è durevole e non passa.

Fedeli alla missione

I giovani hanno i loro sogni e le loro mete, e un’Università cattolica dovrebbe aiutarli a realizzarli sulla base della verità, del bene e della bellezza che hanno la loro fonte in Dio. Il suo ministero del pensiero e di ricerca della verità è necessario oggi alla Chiesa in Polonia e nel mondo. Portatelo avanti con un senso di responsabilità per essere fedeli alla vostra missione: andate e fate discepoli! Nella preghiera affido a Dio Te, Caro Fratello, il Rettore e i Professori, gli studenti e il personale dell’Università, invocando l’intercessione di Santa Edvige la Regina, fondatrice della Facoltà, e di San Giovanni Paolo II, e imparto di cuore la Benedizione Apostolica su tutti voi.